Marx può aspettare – venerdì 17, sabato 18, domenica 19 settembre 2021
Set16

Marx può aspettare – venerdì 17, sabato 18, domenica 19 settembre 2021

Marco Bellocchio, attraverso la sua famiglia, fa rivivere la storia di suo fratello, senza filtri o pudori, quasi una indagine, che ricostruisce un’epoca storica e tesse il filo rosso di tanto suo cinema. ______________________________________________ AVVISO: come da DL n. 105 del 23 luglio (art. 3 comma 1) per accedere al cinema è OBBLIGATORIO essere muniti di GREEN PASS. “I titolari o i gestori dei servizi e delle...

Continua a leggere
L’ ULTIMA RISATA giovedì 16 settembre ore 21:30
Set13

L’ ULTIMA RISATA giovedì 16 settembre ore 21:30

Gli anni venti in Germania sono gli anni dell’espressionismo cinematografico, un’arte visiva nuova che prendeva in considerazione ciò che non aveva ancora una voce estesa e che pur esisteva da tempo: l’inconscio. Gli aspetti onirici si combinano con il linguaggio più diretto della comunicazione ampliando la composizione visiva del comportamento umano, arricchendolo di uno spessore psicologico e letterario enigmatico che suscita una...

Continua a leggere
RIPOSO
Set11

RIPOSO

In attesa di nuovo programma

Continua a leggere
GIGLIO INFRANTO giovedì 9 settembre ore 21:30
Set07

GIGLIO INFRANTO giovedì 9 settembre ore 21:30

Questo piccolo film, girato in 18 giorni e con un modesto budget di 92.000 dollari, era stato pensato come un programmer di routine e quando Griffith avanzò la proposta di distribuirlo a sé, e a prezzi speciali, Adolph Zukor gli oppose un netto rifiuto, a quanto pare dicendogli: “Mi presenti un film come questo e pretendi anche di guadagnarci? Ma se muoiono tutti!”. Infine, su insistenza dei suoi principali consulenti finanziari,...

Continua a leggere
Corso di storia del cinema: il Cinema Muto
Set06

Corso di storia del cinema: il Cinema Muto

...

Continua a leggere
Crescendo-makemusicnotwar mercoledì 30 giugno, giovedì 1, venerdì 2 luglio 2021
Giu29

Crescendo-makemusicnotwar mercoledì 30 giugno, giovedì 1, venerdì 2 luglio 2021

Eduard Sporck viene incaricato di formare un’orchestra composta da musicisti israeliani e palestinesi che dovrà esibirsi in un concerto in occasione dei negoziati di pace tra i due paesi, ma il problema della coordinazione musicale e della difficoltà delle partiture non sarà l’unico che Sporck e i giovani dovranno affrontare. Essendo figli di Paesi che per decenni hanno combattuto l’uno contro l’altro,...

Continua a leggere

Pin It on Pinterest