LA CONSEGUENZA
mag17

LA CONSEGUENZA

Ambientato nella Germania del dopoguerra nel 1946, Rachael Morgan arriva tra le rovine di Amburgo nel corso di un rigido inverno, per ricongiungersi con suo marito Lewis, un colonnello britannico incaricato di ricostruire la città distrutta. Mentre si dirigono verso la loro nuova abitazione, Rachael rimane sorpresa nello scoprire che Lewis ha preso una decisione inaspettata: condivideranno la grande casa con i suoi precedenti...

Continua a leggere
UNA GIUSTA CAUSA
mag10

UNA GIUSTA CAUSA

Il film è un tributo a Ruth Bader, seconda donna a essere nominata Giudice della Corte Costituzionale, nonché una delle figure più influenti del nostro tempo. Le lotte di Ruth per ottenere la parità dei sessi sul lavoro sono un invito, più attuale che mai, a ogni donna a non farsi sopraffare da una cultura maschilista in ogni campo. La storia vera di Ruth Bader Ginsburg , una delle nove donne che nel 1956 viene accettata al corso di...

Continua a leggere
UN VIAGGIO INDIMENTICABILE
mag04

UN VIAGGIO INDIMENTICABILE

il film diretto da Til Schweiger, racconta la storia di Amadeus, un uomo da poco rimasto vedovo la cui forte personalità, il fascino e il senso dell’umorismo non sono sufficienti a mascherare i devastanti sintomi dell’Alzheimer. Non essendo più in grado di vivere da solo, Amadeus a malincuore si trasferisce dal figlio Nick che vive con la moglie Sarah , una coppia che ha a che fare con i propri problemi, e la loro vivace...

Continua a leggere
IL PROFESSORE E IL PAZZO
mag01

IL PROFESSORE E IL PAZZO

Dopo anni di stallo, nel 1879, la grande impresa di redazione dell’Oxford English Dictionary, trovò nuova linfa, e vide più tardi la luce della pubblicazione, grazie al lavoro infaticabile del professor James Murray e dei volontari di tutto il mondo a cui si era appellato, nella ricerca di individuare e spiegare ogni parola della lingua inglese. Tra questi, il più solerte e affidabile mittente di schede, era un uomo che si...

Continua a leggere
IL COLPEVOLE
apr27

IL COLPEVOLE

Thriller sulla coscienza e la parola, questo primo lungometraggio del danese Gustav Möller è una vera sorpresa, che si può inserire sulla scia di Locke con Tom Hardy, per via di un uomo al telefono come fulcro della vicenda, ma in realtà piuttosto diverso e originale. Siamo infatti in un territorio più di genere, a partire dall’ambientazione poliziesca, inoltre al centro di tutto c’è il tema di una colpa inconfessabile che...

Continua a leggere

Pin It on Pinterest