via Reginaldo Giuliani, 374 Firenze

CHE STRANO CHIAMARSI FEDERICO


fede evidEttore Scola, grande sceneggiatore e grande regista racconta cinquant’anni di amicizia con Federici Fellini. Le comuni origini artistiche, la provincia, la storia di Marc’Aurelio, le lunghe conversazioni notturne, le visite amichevoli sui rispettivi set. Un affettuoso e personale ritratto del maestro riminese, sul filo dei ricordi, fra documentario e ricostruzioni. In “Che strano chiamarsi Federico”, Scola racconta Fellini Regalando Un’ originalissima e personale lettura del regista della Dolce Vita, omaggiato fin alla famosa scena di C’ Eravamo Tanto Amati Scola evita i toni nostalgici e il suo ritratto di un “grande Pinocchio” che non è mai diventato un “bambino perbene”, tratteggiato con tono ironico e lieve, risulta ancora più commovente sapendo, a posteriori, che questo sarà il suo ultimo film.

____________________________________________

La programmazione al Cinema di Castello

giovedì 22 marzo ore 21,30

______________________________________________

Prezzi e riduzioni:

– 5 euro biglietto intero, 4 euro ridotto

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pin It on Pinterest

Share This